JA slide show
 
 
 
 
PRIMA ECO HALF MARATHON DI ALTAMURA – L’AMATORI ATLETICA ACQUAVIVA TRA STORIA E NATURA
Mercoledì 12 Aprile 2017 01:30
Tria_Altamura_2017 Si è disputata domenica 9 aprile la prima edizione della Eco Half Marathon di Altamura. Dieci atleti dell’Amatori Atletica Acquaviva hanno fatto piacevolmente da cavia a questa prima edizione. A quindici giorni dalla mezza maratona di Agropoli, ecco un’altra mezza maratona corsa tra natura e storia. Dopo i templi di Paestum questa volta abbiamo avuto il piacere ed privilegio di correre nel tipico scenario dell’alta murgia tangendo i bordi del Pulo di Altamura, già dimora dell’uomo di Neanderthal 200mila anni fa. La gara è stata piacevole, in generale, per tutti gli atleti partecipanti perché ben organizzata su un percorso suggestivo e nel contempo ostico perché fatto di continui saliscendi e perlopiù sterrato. È stata piacevole, in particolare, per i nostri atleti perché ben quattro dei dieci podisti in gara hanno calcato i vari gradini del podio a fine competizione. Tra questi c’è da segnalare l’esordio con il botto di Ivana BRUNETTI, che alla sua prima mezza maratona si è posizionata come terza della sua categoria. A lei vanno i complimenti di noi tutti perché ha osato affrontare una mezza maratona, non facile come questa, a pochi mesi dalla pratica del podismo. Per quanto concerne gli altri premiati non c’è da meravigliarsi. Quando in gara vedo la presenza di Lorenzo TALDONE e Valeria CIRIELLI so già che dovrò scrivere del loro podio. C’è solo da stabilire il gradino e questa volta i gradini sono stati alti. Terzo assoluto e primo di categoria SM40 per Lorenzo TALDONE nonché seconda assoluta e prima di categoria SF40 per Valeria CIRIELLI. Non meraviglia nemmeno il terzo posto di categoria SF di mister Nicola PETRELLI. Buone anche le prestazioni degli altri Amatori acquavivesi. Per onor di cronaca si menziona la vittoria in campo maschile di Giuseppe MOLITERNI, esperto di trail, ad un solo minuto dal nostro Taldone. Per le donne invece il gradino più alto del podio ha visto il trionfo incontrastato di Lidia MONGELLI, atleta di caratura nazionale nelle specialità podistiche di cross e trial. Questo il responso cronometrico degli Amatori Acquaviva:

TALDONE Lorenzo 1h21:44 SM40

PETRELLI Nicola 1h27:26 SM

LEPENNE Nicola 1h30:54 SM40

CIRIELLI Valeria 1h35:35 SF40

MASTROROCCO Giuseppe 1h41:28 SM45

DITARANTO Angelo 1h41:33 SM45

PERAGINE Gianni R. 1h47:20 SM40

VITTORE Umberto 1h52:12 SM40

MASTRANGELO Enrico 1h52:12 SM

BRUNETTI Ivana 1h52:12 SF35

 
Trofeo Puglia di marcia a Palo del Colle 2017
Mercoledì 12 Aprile 2017 01:15
Marcia_Palo_del_Colle Domenica piena di grandi performance per i piccoli marciatori dell'Atletica Giovanile Acquaviva al Campionato regionale di marcia su strada svoltosi a Palo del Colle. La manifestazione è valsa anche come seconda prova del "Trofeo Puglia di marcia", ben organizzata dal team Zaccheo, con straordinaria partecipazione dell'amico Rodolfo Guastamacchia, che mostra spiccate qualità da speaker (...nuove strade in futuro potrebbero aprirsi per lui. I nostri migliori auguri Rod!). Piccoli e grandi atleti provenienti da tutta la Puglia, ma anche da regioni limitrofe si sono dati battaglia, nel senso più sportivo del termine, sul percorso di gara, facendo guadagnare punti preziosissimi per la classifica di società finale del circuito. I risultati individuali dei nostri piccoli GRANDI marciatori sono stati ottimi; ognuno ha centrato il proprio obiettivo personale dimostrando la cosa più importante, al di là dei singoli successi: IMPARARE LA GIUSTA TECNICA DI MARCIA E SAPER CONSERVARE UN'AZIONE PULITA NONOSTANTE LA FATICA!!! Tra gli esordienti, successo per il nostro Peppino Disabato che con una bella prova di carattere si va a prendere il titolo di Campione Regionale 2017, assieme ai bravissimi Michele Tunzi, anch'egli in premiazione, e Francesco Campanella. Grande gara di Alessia Maselli, che nonostante i pochi allenamenti va a conquistarsi il decimo posto, seguita a pochi metri dalla tenace Giada Lenoci. Belle anche le prove delle più piccole Maristella Laterza e Raffaella Filippo che terminano felici le loro fatiche tra gioia dei genitori... e nostra. Non perdete mai quello spirito! Nella categoria Ragazze, Mariateresa Debenedictis, a un anno dalla sua prima gara nello stesso posto, dimostra che parecchie cose sono cambiate da allora... naturalmente in positivo. Bravissima, come l'amica e compagna d'allenamento Benedetta Campanella che dopo aver vinto le ansie pre-gara, centra in pieno il suo obiettivo della giornata: portare a termine la sua prima gara "lunga" di marcia. Tra i Ragazzi, belle prestazioni dei quattro moschettieri: Paride Busto, felice del suo terzo posto assieme a Gianvito Abrusci, buon sesto, con a seguire le ottime prove di Francesco Barbato e Antonio Lenoci. Per la categoria cadette, successo personale per Nicole Disabato che termina i suoi 3 km arrivando ad un passo dalla premiazione, con la consapevolezza che a breve, in pista, si andranno a riscrivere nuovi personal best! Complessivamente le prove dei ragazzi portano l'atletica giovanile Acquaviva tra i primi posti della marcia pugliese.. Per il settore Assoluto invece vittoria dell’Amatori Atletica Acquaviva nella prova a squadre Assoluto maschile grazie agli ottimi piazzamenti dell’Allievo Violante Vincenzo giunto quarto nella gara dei 6 Km. dello Junior Alberga Alfonso secondo nella gara Junior/Senior, Quacquarelli Giuseppe quinto nei Junior/Senior e de Ceglia Domenico settimo nella gara Junior/Senior.

Esposito Antonio

 
Fina e Monfreda alla Mezzamaratona di Torino
Domenica 02 Aprile 2017 17:41
Santander_Torino Si è svolta Domenica la terza edizione della Santander La Mezza di Torino a cui sono abbinate la 10km competitiva e le non competitiva Santander Charity Run e la KidsRun riservata ai più piccoli con oltre 8.000 iscritti complessivi. Di grande interesse il parterre della mezza che, in chiave azzurra, presenta ai nastri di partenza il campione della corsa in montagna Bernard Dematteis (Corrintime) e l’azzurra di maratona Catherine Bertone (Atl. Sandro Calvesi). Al maschile pettorale numero 1 per il keniano Paul Tiongik. Un percorso unico attraverso il cuore di Torino, con partenza e arrivo dal salotto della città, in via Roma e p.za San Carlo attraversando i verdissimi parchi di Torino. Due gli atleti dell’Amatori Atletica Acquaviva in gara Fina Ferdinando giunto 442° e quarto di categoria con il tempo di 1 h 35’ 08” e Monfreda Damiana giunta 28^ assoluta con il tempo di 1 h 36’ 09”
 
PREMIO SPECIALE DI SOCIETÀ PER GLI AMATORI DELL’ATLETICA ACQUAVIVA ALLA MEZZA MARATONA DI AGROPOLI
Lunedì 27 Marzo 2017 19:59
Agrpoli Ben 23 sono stati gli atleti dell’Amatori Atletica Acquaviva a partecipare alla mezza maratona di Agropoli (SA) che si è tenuta nella prima domenica di questa primavera. Poco meno di 1900 i partecipanti alla competizione. Malgrado il cospicuo numero di partecipanti, la quantità e qualità dei nostri atleti in gara ha permesso che l’ dell’Amatori Atletica Acquaviva. fosse premiata come terza società tra quelle provenienti da fuori regione per aver totalizzato maggior punteggio tra i finisher. La gara si è disarticolata su un percorso tra i più suggestivi che una mezza maratona su strada possa offrire. Suggestivo perché pregno di bellezze storiche e naturali. Partendo dal lungomare di Agropoli, tipico lungomare del cilento, si è dislocato fino a Paestum cingendo tutto il perimetro del parco archeologico in cui era possibile ammirare i resti di quella che fu la città sorta in tributo a Poseidone e in cui svettavano, imponenti, i templi eretti già dal VI e V sec. A.C. in tributo agli Dei dai che greci prima e romani poi avevano eretto. Il percorso, preannunciato come piatto, in realtà tanto piatto non era. Diversi gli strappetti in falso piano ed una comoda discesa al 3° km che è poi diventata un ostica salita al ritorno al 18° km hanno reso il percorso più impegnativo di quanto previsto alla vigilia, in particolare per chi, come me, non brillasse per forma fisica. Per gli altri invece, beati loro, è stato solo un ostacolo di poco conto superato con nonchalance. Ancora una volta la corsa si fa metafora di vita: se non semini bene raccoglierai male o non raccoglierai affatto. L’anno agonistico 2017 dell’ dell’Amatori Atletica Acquaviva si riapre con le stesso certezze dell’anno appena trascorso. L’indomabile forza della quota rosa. La gara prevedeva un premio in danaro per le prime dieci donne ed un premio aggiuntivo le prime cento donne al traguardo e le nostre quattro atlete, manco a dirlo, hanno centrato l’obiettivo piazzandosi abbondantemente tra le prime cento donne. Ma ancora meglio ha fatto Valeria CIRIELLI che, con un tempo che può serenamente essere considerato da top runner per sua categoria, si è piazzata all’8° posto assoluto tra le donne andando a riscuotere il giusto riconoscimento oltre che i nostri vivissimi complimenti. A proposito di certezze, non si può non fare menzione ancora una volta di Lorenzo TALDONE, Mario FINA e Leonardo PETRUZZELLIS che a soli otto giorni dalla loro partecipazione alla 6 ore di Putignano si sono schierati alla partenza chiudendo poi la gara con tempi di tutto rispetto. Chapeau! Degno di nota è anche il ritorno a gare di questa distanza, dopo più di un anno di stop forzato, del vice presidente Francesco SAPONE, che con il dignitosissimo tempo di 1h36’ si conferma cavallo di razza. A proposito di Francesco SAPONE, all’inizio di quest’anno agonistico oltre a dare alla società obiettivi agonistici che puntualmente stanno arrivando, si era dato come obiettivo la “creazione del un gruppo”. Un gruppo di persone e non solo la sommatoria di tante individualità accomunate dallo stesso tesseramento sociale. È in quest’ottica che si inserisce l’esordio in mezza maratona di Luciano BARBERIO, il quale, pur di esserci non ha tenuto conto del fatto che, forse, la sua partecipazione ad una mezza maratona potesse essere prematura. A lui i complimenti per la sana follia. Dunque, se queste sono le premesse per la costruzione di un gruppo, credo si possa dire che si sia imboccata la strada giusta. Non poteva essere diversamente se il collante si chiama Francesco Sapone.

TALDONE Lorenzo real time 1:21:17,25

PETRELLI Nicola real time 1:26:49,50

LEPENNE Nicola real time 1:28:02,90

CICE VITO Graziano real time 1:29:02,85

CIRIELLI Valeria real time 1:30:33,35

SPINELLI Francesco real time 1:33:01,05

AZZONE Luigi real time 1:33:11,45

VITTORE Umberto real time 1:35:30,95

SAPONE Francesco real time 1:36:08,05

MASTROROCCO Giuseppe real time 1:39:47,10

FINA Mario real time 1:40:25,50

DITARANTO Angelo real time 1:40:41,45

PETRUZZELLIS Leonardo real time 1:41:30,55

PERAGINE Gianni Roberto real time 1:42:55,65

COLONNA Teresa real time 1:43:11,10

VENTURA Domenico real time 1:50:14,90

NACCI Vito real time 1:50:18,40

PACIOLLA Michele cl. 1971 real time 1:50:21,55

MARCHESANO Francesca real time 1:50:22,00

BASILE Nicola real time 1:50:25,55

PORFIDO Annamaria real time 1:51:41,90

GENTILE Antonio Maria real time 2:08:16,75

BARBERIO Luciano real time 2:09:22,95

Angelo DITARANTO

 
AMATORI ATLETICA ACQUAVIVA ALLA 6 ORE DI SAN GIUSEPPE A PUTIGNANO
Martedì 21 Marzo 2017 01:27
Donno_Marco Sabato 18 marzo si è corsa la consueta 6 ore di San Giuseppe. Quest’anno sono stati ben quattro gli atleti dell’Amatori Atletica Acquaviva che, colti da sana follia, vi hanno partecipato. La presenza di Lorenzo TALDONE e Mario FINA non ha sorpreso più di tanto avendo già partecipato entrambi ad altre ultra maratone, tra le quali la famosa 100 km del passatore, giusto per dirne una. In fondo neanche la presenza di Leonardo PETRUZZELLIS stupisce, essendo Leo un podista di lungo corso con esperienza negli ultra trail. Ciò che meraviglia (piacevolmente) è la presenza di Marco DONNO, membro della società da pochi mesi il cui curriculum sportivo mi è sconosciuto. Piacevole è stato constatare la presenza di Ernesto TEODOSIO munito di serafico sorriso e delle sue inseparabili racchette da nordic walking. Chiunque abbia affrontato una gara di endurance sa cosa passa nella mente dell’atleta durante la competizione di questo tipo. Un turbinio di emozioni e sensazioni in continua evoluzione come un magma incandescente che cambia forma e stato con lo scorrere del tempo, a seconda del percorso, del clima e delle sollecitazioni esterne. Ed è stato così che ai primi chilometri i nostri atleti erano raggianti come il sole del primo pomeriggio primaverile che li accompagnava sabato lungo il percorso. Dispensavano saluti , sorrisi e battute ad ogni passaggio. Ha fatto eccezione Lorenzo Taldone che sin dalle prime battute è apparso concentrato, limitandosi a cenni di cortesia. Sapeva a ciò che sarebbe andato in contro e si preparava ad affrontarlo. La tessa concentrazione a metà gara è apparsa sui volti di tutti, non perché taluno avesse velleità di vittoria ma solo perché ognuno voleva vincere se stesso. Terminare la gara. Tagliare le sei ore sulle proprie gambe. Di qui in poi ci si aggrappa a tutto ed è così che anche le piccole incitazioni del pubblico e degli amici assiepati lungo il percorso può dare la spinta necessaria a non mollare, a vincere le crisi e gli intenti di mollare che in 6 ore possono essere ridondanti. Con queste sinusoidi emozionali si giunge all’ultima mezz’ora. Quei trenta minuti in cui l’atleta realizza che l’impresa è a portata di mano. È qui che la testa vince sul corpo e anziché mollare, le gambe iniziano a girare in maniera febbrile, sovvertendo le leggi medico/scientifiche. L’alternanza dei ritmi vede il nome del nostro Mario FINA ballonzolare sul tabellone tra il 2° ed il 5° posto della sua categoria, permanendo per un lungo lasso di tempo al 3°. Al termine la classifica lo vedrà 4° della sua categoria ma la classifica non toglie nulla alla bella impresa ed ai tanti km percorsi. CATERPILLAR. Nello stesso lasso di tempo si comprende che Lorenzo TALDONE è a un passo da compiere l’ennesima impresa. Impresa sicuramente cercata con la tenacia che lo contraddistingue ma nella quale, forse, neanche lui credeva avendo alle spalle solo un allenamento di resistenza che non aveva superato le tre ore. Alle sei ore il tabellone si illuminerà con il nome di TALDONE al 6° posto assoluto e al 1° posto della sua categoria, ad una manciata di minuti dai primi, tutti ultramaratoneti di lungo corso. FUORISERIE. Sorprende piacevolmente Leo PETRUZZELLIS al suo esordio, macinando un considerevole numero di chilometri come un decano della competizione, terminando la gara addirittura in progressione. TRATTORE. Stoica e coraggiosa la gara del neofita Marco DONNO, non tanto per averla terminata quanto per aver avuto la folle idea di partire. RIVELAZIONE. Chi conosce Ernesto TEODOSIO sapeva già che allo scoccare delle 6 ore lui sarebbe arrivato in piedi, con lo stesso sorriso e le stesse racchette della partenza, il tutto condito dal volto che trasuda soddisfazione per il buon numero di chilometri macinati, a suo modo. CARRARMATO.-

La Classifica: TALDONE Lorenzo 69,552 km percorsi 1° pos. di cat. SM40 – 6° pos. assoluta;

FINA Mario 59,233 km percorsi 4° pos. di cat. SM55 – 42° pos. assoluta;

PETRUZZELLIS Leonardo 57,356 km percorsi 5° pos. di cat. SM55 – 50° pos. assoluta;

DONNO Marco 44,042 km percorsi 22° pos. di cat. SM55 – 167° pos. assoluta;

TEODOSIO Ernesto 36,056 km percorsi 31° pos. di cat. SM50 – 192° pos. assoluta.

Angelo DITARANTO

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 95
atleticaflash atleticanews cds2009
tabellepunteggio gradua

il Video: Stelle d'argento al merito sportivo Coni a Giacomo Bruno e l'Amatori Atletica Acquaviva



Get the Flash Player to see this player.

time2online Extensions: Simple Video Flash Player Module

Manifestazione in Corso FINALE A2

a2

le Ultime Interviste

Chi c'è online

 52 visitatori online

Ultima Galleria Fotografica

Documento senza titolo

Vivicitta 2012

Facebook

Atletica Acquaviva on Facebook